Insostenibile Charlie Brown.

Uno Snoopy che si può tranquillamente perdere...

Bimbo: “Papà papà, mi porti a vedere il film di Snoopy?
Io: “Tesoro, non ti piacerebbe di più andare al circo?
Bimbo: “Al circo ci sono stato con la mamma, ma al cinema fanno Snoopy. Mi ci porti papà?”

Io non ci volevo andare a vedere Snoopy.

Ho sperato fino all’ultimo che la di lui madre tra Snoopy ed il circo, le due attrazioni del momento a Vignola, scegliesse Snoopy, invece no.

Fan dei Peanuts da sempre, già il trailer non so perché mi faceva rabbrividire, come un orrendo presagio.

Ora non so quante migliaia di strisce con Lucy, Linus, Piperita Patty e compagnia bella mi ci vorranno per dimenticare questa pellicola.

E poi, scusate, se la memoria non mi inganna la ragazzina dai capelli rossi non l’ho mai vista apparire in una striscia, ne parlano solo, o no?

Perché mostrarla?

Gli eredi di Schulz sono nei titoli di coda, ma il grande Charles si sta sicuramente rivoltando nella tomba.

Pubblicato da

Roberto Rota

Nasco fotografo, e lo faccio diventare un lavoro. In tarda età mi appassiono di informatica e networking, che prendono il sopravvento anche professionalmente. Ora mi occupo prevalentemente di consulenza e assistenza su WordPress, progetti web e comunicazione in rete.

Rispondi