Cinque carati e mezzo

iPhone sei appetibile? Sicuramente interessante, ma troppo costoso

Lo confesso, sono giorni che ci penso.

Le misure del nuovo iPhone 6 mi attizzano, specie il più grande, potrebbero essere compatibili con la mia incalzante presbiopia senile.

Un po’ meno simpatica l’ostinata impossibilità di espandere la memoria, tramite schedine MicroSD o altri supporti, che costringe a guardare i modelli più capienti visto il largo uso della fotocamera e, mania recente, della videocamera.

Il comparto foto e video sarà di sicuro degno di rispetto, nonostante i “soli” 8 megapixel, visto che è sempre stato un punto di forza degli iPhone.

Questa cosa del “non ci facciamo tirare in ballo nella guerra dei megapixel”, riferito alla fotocamera, mi ricorda tanto la ben nota guerra dei processori, di Jobsiana memoria, con la famosa pubblicità del processore Intel sul dorso della lumaca.
Chissà perché tutto questo mi ricorda quelle cose tipo “non contano le dimensioni ma come lo si usa”.

Nonostante tutto, è una figata di smartphone, inutile che ce la meniamo.

Ha un solo vero grande difetto, per quanto mi riguarda, costa esattamente il doppio di quanto sono disposto a spendere per uno smartphone.

Pubblicato da

Roberto Rota

Nasco fotografo, e lo faccio diventare un lavoro. In tarda età mi appassiono di informatica e networking, che prendono il sopravvento anche professionalmente. Ora mi occupo prevalentemente di consulenza e assistenza su WordPress, progetti web e comunicazione in rete.

Rispondi