Vorrei strozzare Capitan America

Quella volta che Capitan America mi ha fatto perdere una MILF

Era alla cassa del supermercato, e pure io, solo non nella stessa cassa.

Solare, raggiante, come solo le MILF sanno essere.

Uno scambio di sguardi che lasciano pochi dubbi e fortunoso arriva il pretesto. Subito scatta un divertente scambio di battute, di quelli che non chiedono altro di finire con un invito.

Io però ero con il bimbo cinquenne, che proprio nel momento topico vede un pupazzetto di Capitan America e mi pianta una grana senza fine.

Giusto il tempo di sedare il bimbo con una sbrigativa promessa, ma la MILF era già verso l’uscita.

Ogni promessa è debito, il bimbo alla fine ha avuto l’agognato scudo da Capitan America, anche se in quel momento glielo avrei accartocciato volentieri come passamontagna.

Dai commenti della cassiera, pettegola e impicciona come tutte le cassiere, capisco che la MILF è una cliente abituale, e da quel giorno ogni scusa è buona per tornare al supermercato, a qualsiasi ora, che tanto è di fronte a casa mia.

Ormai ho scorte infinite di zucchero, tonno e altri prodotti poco costosi e non deperibili.

Anche se sono perfettamente consapevole che se dovessi incontrarla di nuovo, salvo miracoli, il momento magico è già passato in cavalleria.

Ogni lasciata è persa. O no?