Ancora un giro

Passeggiare per Vignola la sera, dopo il tramonto, è abbastanza deludente.

Per il degrado, per il senso di abbandono, che aumenta con l’oscurità, per i sempre meno vignolesi che ancora riescono a godersi il loro paese.

La giostrina dei cavalli, quando è ancora accesa, è come un faro solitario.

Rassicurante e malinconica allo stesso tempo, ti viene da chiedere che ne sarà quando non ci sarà più.

Perché prima o poi qualche solerte dipendente comunale deciderà che li non ci può più stare, o semplicemente l’anziana coppia che la gestisce, sempre sorridente e gentile, deciderà di ritirarsi.

Di sicuro, tutto sarà diverso.