Waiting Easter

Quest’anno sono stato l’ultimo, nel condominio, a togliere gli addobbi natalizi dal balcone. Semplicemente non avevo voglia di farlo.

Bimbo e mamma però avevano già smontato l’albero in sala, impacchettato tutto per bene, e mamma aizzava bimbo a chiedermi con insistenza “papà quando togli le luci di babbo natale che è già passato?”

Preso per sfinimento…

Ora tutto è stato riposto più o meno ordinatamente in garage, a prendere la polvere fino al prossimo dicembre.

Il bimbo però deve aver cominciato a distinguere, in TV, le pubblicità che riguardano qualche festività, e ieri sera mi ha chiesto “papà, che regalo mi porta San Valentino?”

Ora tu vagli a spiegare che razza di festa maledetta sia San Valentino, che non lo riguarda, e come sia fortunato a non doversene occupare per un bel po’.

Maledetti anche questi della TV. La Befana è passata da poche ore, ancora si sente la puzza, e già attaccano con San Valentino.

Le uova di Pasqua con sorpresa quando sono programmate? Per fine gennaio?

Una risposta a “Waiting Easter”

  1. Pensa il mio stato d’animo l’anno scorso quando a metà settembre in SudAmerica vidi gli scaffali già pieni sia di costumi per Halloween che di decorazioni natalizie!

    Ora mi aspetta festa di compleanno della bimba, compleanno moglie, san valentino, carnevale, pasqua.
    Saranno tre mesi di fuoco, insomma. 🙁

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.