Twitter Unlimited

Prossimamente 140 caratteri reali, senza il limite delle menzioni, delle immagini dei retweet ed altro ancora.

OK questa cosa nuova di Twitter credo sia piacevole, in taluni casi pure utile, purché il limite dei 140 caratteri rimanga.

Ho digerito male il cambio di ordinamento, ma non sopporterei proprio il ritrovarmi con un altro Facebook e tutte le sue stronzate, uno basta e avanza.

Siamo amici?

Social Network e amicizia

Tra gli effetti collaterali dei Social Network, va sottolineato come il termine amico, di fatto, sia stato penalizzato, se non svuotato, in termini di significato e valori.

Non ci sono più gli amici di una volta…

Photo Credits: wallpaperswala.com

Siamo soli

Smartphone, tecnologia, social, solitudine. Quante discussioni attorno ad un video.

Ben fatto, per carità.

Il controsenso è che nonostante tutta questa tecnologia che avvicina i continenti, gli smartphone e quel termine, social, che con la socializzazione ha davvero ben poco da spartire,  siamo sempre più distanti.

O meglio, siamo soli.

Follower e amici su Facebook non valgono, sono solo numeri, siamo davvero più soli.

E mi vieni a parlare di privacy?

Privacy e Social Network

Maledetta la volta che si è iniziato il discorso sui Social Network. Un’amica mi tiene un’ora a parlarmi di quanto ami che venga rispettata la sua privacy, di quanto ci tiene che le sue cose restino solo nell’ambito del suo privato, e la riservatezza, e la discrezione, e via discorrendo. Una noia terribile.

Mentre parla, continua a smanacciare sul suo telefonino e di tanto in tanto intravedo i loghi di Facebook e Twitter.
Davvero una pessima abitudine, quella di smanettare col telefonino mentre stai parlando con un’altra persona, non la sopportavo già ai tempi dei soli sms.

Smanetta col telefonino, e me la smena con la privacy. Due palle…

Allora mentre lei continua a parlare tiro fuori il mio fido iPad (alla faccia della buona creanza, tanto vuoi forse che gliene fregava qualcosa?), accendo la connessione e faccio una ricerchina su Google con il suo nome e cognome.

Il tempo che lei rallenta il suo blaterare e io le ho cito i luoghi dove è andata in vacanza negli ultimi anni, permettendomi di giudicare il suo look e pure quello di chi la accompagnava, visto che se non c’era il nome dei terzi non mancavano però generose foto, scopro una pagina su facebook dove parla dei suoi gusti sessuali, in un paio di ginguettii si parla di politica e di chi ha votato nelle ultime occasioni. C’è pure un tizio che parla male di lei, per futili motivi.

Alla faccia della privacy…

Facebook, il film

Film su FacebookPoteva mancare un film sulla nascita di Facebook?  The Social Network, regia di David Fincher, sceneggiatura di Aaron Sorkin e tratto dal libro “Miliardari per caso” di Ben Mezrich.

Ma lo sapevi che la storia di Facebook  è talmente intrigante da poter diventare tranquillamente una soap? Io no, lo scopro ora…
Sembra che sia talmente sordida che potrebbe far impallidire la storia dei rapporti tra Steve Jobs e Bill Gates, adesso sono diventato curioso e mi informo.

Se non ho capito male dovrebbe uscire ad ottobre negli USA, e uno o due mesi dopo anche in Italia.

Il salamello (marcondirondirondello) e il social network

salame casereccio

Ieri sera ero a casa da solo, poca voglia di uscire e di vedere gente. Ad una certa ora mi sono reso conto che il mio pancino (eufemismo) reclamava cibo, e mi sono ricordato di avere un salame fresco casereccio che urlava “affettami, mangiami..”, delle castagne ed una buona e sacrificabile bottiglia di vino del trentino. Una cena che ve la raccomando…

Mentre mi gustavo queste delizie pensavo tra me e me che tutta questa cosa dei social network, delle community virtuali e della condivisone in rete in fin dei conti è una bella panzanata. Si certo qualche scambio di battute divertente puo’ venir fuori, ma un salamello così buono ti voglio vedere a condividerlo su Facebook…

Quella di Facebook e compagnia bella è un’astrazione, una manipolazione dei valori.
Un accogliente tavolaccio di legno, qualche bel salame, castagne calde e vino novello, facce allegre, questa sì che è “condivisione”…

La prossima volta, al prossimo salamello marcondirondirondello (chissà perché questa filastrocca mi ossessiona da ieri),  mi organizzo meglio…